Il tempo è dileguato: Casting Call

Prima di addentrarci nella trama del mio libro, ritengo giusto completare il discorso legato alle influenze iconografiche che ho utilizzato per creare ed immaginare tutti i personaggi che lo popolano, a partire dai protagonisti (visti nel post precedente) sino ai non-protagonisti e ai caratteristi.

Sino a qualche anno fa era una prassi consolidata per molti sceneggiatori di fumetti ispirarsi ad attori cinematografici e non per creare le fattezze dei propri personaggi.

Il caso di Ken Parker/Robert Redford o di Dylan Dog, modellato da Claudio Villa sulla faccia di Rupert Everett, secondo le precise istruzioni di Tiziano Sclavi (“Vatti a vedere Another Country – La scelta”) è emblematico da questo punto di vista, come lo sono (sempre per restare in casa Bonelli) quelli di Magico Vento (che “è” Daniel Day Lewis) o Dampyr (il Ralph Fiennes di “Strange Days”). Senza dimenticare, restando sempre in casa nostra, i riferimenti usati dalle sorelle Giussani per il loro Re del Terrore (Robert Taylor e i suoi ciglioni) oppure Peter O’Toole che ispirò le fattezze di Kriminal al maestro Magnus, o il Gary Cooper di “Mezzogiorno di fuoco” che Aurelio Galleppini confessò d’aver usato come modello per Tex Willer. Dylan Dog e Magico Vento hanno poi anche nelle spalle dei protagonisti scelto la via della “citazione” in questo senso, con un simil Groucho Marx per l’investigatore dell’Incubo e un perfetto sosia di Edgar Allan Poe per lo sciamano bianco creato da Giancarlo Manfredi.

La rivista di critica fumettistica americana “Wizard” ne aveva fatto un appuntamento fisso, trovando ed affiancando ipotetici corrispettivi reali ai personaggi dei comic-books in un fantasmagorico cast per un film che (forse) non si sarebbe fatto mai.

Ricordando di averlo fatto anch’io per un albo celebrativo sui trent’anni degli X-Men, scritto con Domenico Cammarota, immaginando un cast letteralmente “impossibile” per gli allievi del prof. X (Tom Cruise e Nicole Kidman come Cyclops e Phoenix, Clint Eastwood come Magneto, Madonna come Dazzler, Yul Brinner come Xavier, e altre piacevolezze del genere), non ho voluto sottrarmi a questa metodologia di lavoro nel realizzare il libro, anche perché (spesso) scegliendo un personaggio con una faccia rispetto ad un’altro aiuta lo scrittore ad immaginare dialoghi e scene pensando a come l’attore prescelto le possa addirittura “recitare”. E ho quindi cercato per ognuno dei personaggi principali un referente “reale” che mi aiutasse, immaginandoli ai miei ordini, pronti a “recitare” i dialoghi del mio libro come fosse il copione di un vero film.

Ecco quindi che pensare al metodo recitativo di Alessandro Gassman mi abbia aiutato a creare un Emanuele Mannino molto diverso dall’altro, con le fattezze di Robert Redford. Come anche pensare al ruolo di madre interpretato da Monica Bellucci in “Ricordati di me” di Muccino, mi sia servito per immaginare alcune scene di Susi Imparato con i suoi due figli.

Qui di seguito troverete dunque, il “casting call” de “Il tempo è dileguato” a partire da…

Giulia Foschi.

È una degli ex compagni di liceo di Emanuele e Susi. La donna intorno alla quale ruota tutta la storia. Ha il volto e l’espressione intensa di Mariella Valentini (“Vivere”);

Fulvio Natali.

Altro ex compagno di liceo della nostra coppia. È modellato sulle fattezze spigolose e nervose di Giuseppe Cederna (“Mediterraneo”);

Colonnello Alberto Donadoni.

Il diretto superiore di Emanuele Mannino è Orso Maria “Jack London” Guerrini, già avvezzo a questi ruoli, avendo interpretato il padre, anch’egli veterano dell’Arma, di Alessia Marcuzzi in “Carabinieri”;

Appuntato Scelto Alessio Donadio.

Il più stretto collaboratore di Emanuele ha il volto pacioso di Ugo Conti (il “complice” di Diego Abatantuono);

Sostituto Procuratore Aggiunto Livia Giampaoli.

È lei l’esempio che facevo prima. Sin dall’inizio della scrittura del libro è, ed è sempre stata, la bravissima Loretta “John/Joan” Goggi, famosissima a sedici anni come interprete protagonista de “La freccia nera” (quella originale, non l’inutile remake con Scamarcio e la Stella);

– Tenente di complemento Manuela Grosso.

Altra collaboratrice di Emanuele. Ha il volto di Claudia “Un posto al sole” Ruffo;

Sandro Ossola.

È il marito (non amato) di Susi Imparato. Ha il volto di Fabio Fulco;

– Antonio Passigli.

Il migliore amico di Emanuele nonché ragazzo di Susi al liceo. Ha i lineamenti di Stefano Dionisi (“Il partigiano Johnny”);

Lucia Imparato.

È la madre di Susi e Rosaria. Ha il volto di Angela Luce (“L’amore molesto”);

– Rosaria Imparato.

Sorella di Susi. Nel romanzo le somiglia come una goccia d’acqua. Nel casting call ho dovuto per forza di cose immaginarla con un’altra faccia, di per sé molto somigliante alla Bellucci. Ha il volto di Pamela Camassa.

Anche se in realtà dovrebbe essere così…

(Vorrei proprio sapere chi ha avuto il c… ehm, la fortuna di beccare ‘sta foto. Perché dev’esserci stato attaccato anche il resto – indirizzo di casa, segni particolari, etc. – O no?)

Lara Santalmassi.

Anche lei compagna di classe di Emanuele, Susi, Giulia e Fulvio. Terrorista rossa, pluriomicida ergastolana, rinchiusa in un carcere speciale. Ha il volto di Alessia Barela, anche se dovete immaginarla con i capelli color biondo cenere.

Teresa “Terry” Sommese. Medico pediatra, è un’altra dei “ragazzi”, i compagni di classe di Emanuele e Susi. L’ho immaginata sin dall’inizio con il volto di Silvia Verdone, la moglie di Christian De Sica nonché sorella di Carlo.

Questo è dunque il “casting call” de “Il tempo è dileguato”.

Naturalmente è il “mio”, ma nei romanzi ognuno è libero di immaginare che i personaggi abbiano un volto rispetto ad un altro.

Persino che qualcuno di essi sia modellato su dei referenti reali nella vita di tutti i giorni…

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Calendario

    • giugno: 2017
      L M M G V S D
      « Gen    
       1234
      567891011
      12131415161718
      19202122232425
      2627282930  
  • Cerca